Seminario di Osteopatia per coppie

9 aprile 9.30.13.00 presso Atelier dell’Anima, via Zenatello 4, Verona.

Osteopatia coppia

Le nostre mani sono fatte anche per guarire – questo lo si può intuire semplicemente osservando la loro forma e come esse si adattino perfettamente ai lineamenti del resto del corpo. Già attraverso il solo contatto invitano il tessuto sottostante a re- ed inter-agire: avviene sempre una comunicazione tra tessuti. L’osteopatia, nelle varie sue forme (parietale, cranio-sacrale, viscerale…con ulteriori sviluppi), è solo una delle tante filosofie terapeutiche che hanno affinato questo concetto. Le basi dell’osteopatia sono state gettate da uomini molto semplici, le tecniche derivano dalle deduzioni che fecero in seguito ad osservazioni della natura.

            La maggioranza delle manovre rimane riservata ai professionisti per via della loro specificità e la necessità di anteporre al trattamento un esame approfondito, tuttavia una piccola parte delle tecniche possa venir appresa da un pubblico laico – proprio perché anche i fondatori sono partiti da intuizioni semplici. È giusto riappropriarsi delle capacità che ognuno, in varie quantità, porta dentro di sé. L’ascolto sensoriale e le pompages (se effettuate correttamente) in particolare sono privi di controindicazioni: il tessuto ascoltato comunque si attiva e riprenderà, dolcemente guidato, la sua via naturale.

            L’osteopatia pone al centro non solo “osteos” (cioè l’osso) ma in realtà, ancora più di altre tecniche manuali, l’individualità del corpo. Questo mini-corso riprende i concetti osteopatici generali: l’ascolto rispettoso del tessuto e dei suoi movimenti naturali per poi, opportunamente, favorirli. Rivolto volutamente ai profani, ci si limiterà alla parte cosiddetta “sensoriale” (l’ascolto) e “funzionale” (accompagnamento nella direzione indicata dai tessuti) delle tecniche osteopatiche. Sono dei movimenti dolci, in armonia con il ritmo spontaneo del copro.

Scopo:

Oltre alle tecniche di trattamento che possono dar sollievo alle più svariate sintomatologie (mal di testa, mal di schiena) questo mini-corso aiuta ad affinare la propria sensibilità tattile, a ritrovare un pò di calma nel brusio della quotidianità. Si può percepire lo scambio di energie e meravigliarsi della reciproca riscoperta…toccando e venendo toccati in un modo diverso. Le tecniche possono inoltre essere inserite in altre forme di trattamento come il massaggio classico. Eseguite regolarmente possono prevenire tensioni del sistema miofasciale.

Svolgimento:

Si parte con una breve introduzione storica ed un inquadramento concettuale grossolano, aggiungendo spunti interessanti di alcune delle evoluzioni attuali dell’osteopatia. Verranno quindi trasmesse le nozioni anatomiche necessarie per comprendere le tecniche seguenti. Successivamente si passa alla parte pratica con la dimostrazione delle tecniche tramite un/a partecipante e la ripetizione supervisionata delle stesse, a coppie. Ne risulta un piccolo pacchetto d’assaggio dell’universo della terapia manuale, in particolare quello dell’approccio osteopatico.

Obiettivi:

  1. Nozioni base circa i principi generali dell’osteopatia
  2. Punti di repere / anatomia
  3. Apprendere delle tecniche osteopatiche semplici

Abbigliamento:

Un abbigliamento comodo agevola l’esecuzione delle tecniche. Si consiglia quindi di portarsi delle tute da ginnastica / abbigliamento da yoga.

Docente:

Achim Veuhoff, Bolzano; fisioterapista, psicologo, psicoterapeuta

 Costi

100 euro a coppia, per iscritti all’Atelier 80 euro a coppia

Iscrizione obbligatoria entro 1 aprile 2016

tel.333.9679689; tel. 3476683407

emanuelapasin@gmail.com; gocci@unisi.it